ARCANGELO MICHELE

ADITYA
L’Arcangelo Michele è un Aditya, un figlio primordiale di Dio. Si definiscono Aditya gli Esseri Primordiali che esistono da prima del pianeta Terra e di qualsiasi altro Essere Cosmico. La parola “ADHI” è un prefisso che in sanscrito esprime supremazia, superiorità ed equivale a “Supremo, principale in senso assoluto”. La parola “ADI”, sempre dal sanscrito, si riferisce a “primo, primitivo”.
Nella Gerarchia Spirituale della Terra, l’Arcangelo Michele è un Essere Primordiale, esisteva anche prima dei Maestri che conosciamo, Il Maestro Saint Germain, il Maestro El Morya. Questo significa che i nostri Maestri s’inchinano riverenti dinanzi a Lui, sebbene sia un Arcangelo appartenente all’evoluzione Angelica, perché Egli è un Essere Primordiale nella manifestazione, ossia Lui già esisteva prima che nascessero il Sistema Solare e la Terra.

 


FIGURA
Dell’Arcangelo Michele abbiamo delle immagini. Tuttavia, Egli è un’Energia. Non è bocca, orecchio, naso, perché se lo definissimo per mezzo di un corpo fisico dovremmo anche situarlo in un luogo, invece Lui è ubiquo, può trovarsi in ogni luogo nello stesso momento.
Quest’energia intelligente potente e consapevole chiamata Arcangelo Michele è quella che permette di respingere le energie sinistre, le stregonerie, i malefici, le maldicenze affinché poi la Fiamma Violetta, se invocata, le trasmuti. 
Dinanzi a un Essere così elevato come l’Arcangelo Michele, si è costretti a guardarlo e non si riesce a distogliere lo sguardo, poiché smettere di guardare questi Esseri o dare loro le spalle è irrispettoso.

Estratto del libro Arcangelo Michele - Rubén Cedeño 

 

Please reload

Articoli recenti

08.19.2019

Please reload

Please reload

  • Facebook Social Icon

Metafisica Italia - Sede Centrale

344-135-6444